Fase 2: Descrizione del percorso

Da La Cadière-d'Azur a La Ciotat

La tappa di oggi ci porta sul GR 51 in un ampio arco attraverso l'entroterra costiero fino a La Ciotat. Dopo aver fatto rifornimento di acqua e provviste sufficienti per la giornata (non ci sono punti di ristoro o negozi lungo il percorso!), lasciamo La Cadière-d'Azur in salita in direzione nord-ovest attraverso l'Avenue André Favory, che si stacca dalla strada principale. Lo Chemin du Stade, che poco dopo si dirama a destra, continua a salire per un breve tratto, ma lo Chemin du Peyneuf, che si dirama a destra, ci porta presto in discesa verso l'autostrada.

Dopo circa 2 km, si attraversa l'autostrada - è meglio non attraversare il ponte trafficato, ma passare più sicuri attraverso il tunnel pedonale qualche centinaio di metri più avanti sulla sinistra (questo è anche il percorso ufficiale del GR 51). Ora camminiamo un po' nella pianura, passando accanto ai vigneti, prima che il nostro sentiero si snodi lentamente ma inesorabilmente su per la collina. Non appena siamo abbastanza in alto, abbiamo una vista in due direzioni: A sinistra, la vista fino al mare, a destra il panorama dell'entroterra con l'imponente stazione radar del Pic de Bertagne.

Fatti sulla fase 2

Percorso: 22,9 km
Altitudine metri: 610 m di salita / 660 m di discesa
Durata: 7:00h (senza pause)
Vedi anche Profilo altimetrico

Punti di ristoro lungo il percorso

Non ci sono punti di ristoro lungo il percorso, portate con voi cibo e acqua a sufficienza!

Il GR 51 ci conduce ora lungo il crinale della collina a un'altitudine più o meno costante. Solo una volta (poco prima del chilometro 11) attraversiamo una strada di campagna in un avvallamento, per il resto abbiamo la natura quasi tutta per noi. Facciamo un buon tempo e poco dopo il chilometro 18 incontriamo una strada di valico. Lo attraversiamo e poco dopo guardiamo l'autostrada che passa sotto di noi. In discesa, il sentiero attraversa per la prima volta uno dei tornanti della strada del passo. Nella piccola area boschiva successiva, il sentiero si biforca: il GR 51 scende a destra verso Cassis, ma noi consigliamo di prendere il sentiero che prosegue dritto e scende verso La Ciotat, in modo da poter godere della spettacolare escursione sulla scogliera tra La Ciotat e Cassis nella terza tappa, che il percorso ufficiale del GR 51 purtroppo omette.

Qui lasciamo il GR 51 e incontriamo subito di nuovo la strada del passo. Attraversate la strada e proseguite su un sentiero che corre parallelo alla strada fino alla successiva curva a 180 gradi. Qui seguiamo il sentiero che porta a sud e che all'inizio sale leggermente. Poco dopo il chilometro 20, giriamo a sinistra, in discesa, in una valle laterale. Qui si incontrano diversi bivi, dove si tende a tenere la sinistra in discesa. In una conca idilliaca incontriamo un sentiero più ampio, che seguiamo a destra.

Gli ultimi metri dell'escursione attraversano una zona industriale. Poiché abbiamo camminato per oltre 22 km e la strada che porta al centro di La Ciotat non è molto attraente, consigliamo di salire a questo punto sull'autobus urbano di La Ciotat. La fermata dell'autobus si trova alla rotatoria sul lato direttamente di fronte all'hotel Ibis. Da qui ci sono diversi collegamenti con il centro ogni ora (con o senza cambio di autobus). Gli orari di partenza attuali e il percorso del viaggio in autobus sono disponibili sul sito: moovitapp.com. Nota: nel nostro tour, solo le linee 69 e 72 erano segnalate alla fermata (vedi foto), ma anche la linea 52 si è fermata qui e ci ha portato in centro senza cambiare.

Pratico: prendere l'autobus urbano per il centro al costo di circa 1 euro (compresa la linea 52).