Panoramica

Tappa 3: Vista della costa a forma di fiordo del Parc national des Calanques dalle falesie più alte della Francia

La vivace metropoli mediterranea di Marsiglia si è trasformata negli ultimi anni da città portuale con un alto tasso di disoccupazione e una reputazione mediocre in un vero e proprio insider tip per chi viaggia per cultura e città: Lo stile di vita mediterraneo e del sud della Francia, i nuovi musei e il lungomare del porto appena rinnovato, uniti a un buon pizzico di selvaticità e multiculturalismo, rendono Marsiglia interessante e unica allo stesso tempo.

La seconda città più grande della Francia può anche vantare una risorsa molto speciale: dal 2012, quasi un terzo della superficie della città è una riserva naturale: il Parc National des Calanques si estende lungo la costa mediterranea a sud di Marsiglia. Il centro è costituito da un'aspra catena montuosa calcarea con numerose baie simili a fiordi, chiamate in francese calanques. Il massiccio della Calanque, lungo circa 20 km, è una bellissima area escursionistica che attraverseremo come punto panoramico negli ultimi due giorni della nostra escursione di cinque giorni.

PalcoscenicoDurataPercorsoAumentoDiscesaDestinazione del palcoPernottamento
Fase 16:45 h20 km490 m340 mLa Cadière-d'AzurAlbergo di charme Bérard
Fase 27:00 h22,9 km610 m660 mLa CiotatLa Maison d'Odette
Fase 34:45 h10,9 km630 m630 mCassisLe Clos des Arômes
Fase 46:30 h15,7 km780 m690 mLe BaumettesIl Garage delle Calanche
Fase 55:30 h12,3 km480 m550 mMarsiglia (Madrague de Montredon)Alloggi a Marsiglia
30:30 h81,8 km2.990 m2.870 m

Variante all'escursione a lunga distanza

L'itinerario escursionistico può essere esplorato non solo come escursione a lunga distanza, ma anche come parte di una vacanza escursionistica con alloggio fisso. I dettagli sono disponibili qui: Variante: vacanza a piedi con alloggio fisso a Marsiglia.

Panoramica di tutte le fasi: Mappa

In cinque tappe giornaliere da Bandol, passando per La Ciotat e Cassis, fino al Parc National des Calanques di Marsiglia:

Sentier Littoral e GR 51 sapientemente combinati

La nostra escursione a lunga distanza inizia a Bandol, una località costiera e balneare facilmente raggiungibile in treno, a circa 35 km in linea d'aria da Marsiglia. Si percorre dapprima il sentiero costiero "Sentier Littoral", segnalato in giallo, ma a Saint-Cyr-sur-Mer si svolta verso l'interno fino a La Cadière-d'Azur. Il secondo giorno seguiamo il sentiero rosso e bianco GR 51, che attraversa l'entroterra agricolo e vitivinicolo fino a poco sopra La Ciotat. Per poter includere la spettacolare escursione sulle falesie tra La Ciotat e Cassis nel terzo giorno di cammino, lasciamo di nuovo il GR 51 alla fine della seconda tappa e ci concediamo anche un breve viaggio in autobus urbano.

La fase 3 ci porta lungo la "Sentiero del Cap Canaille" da La Ciotat sulle scogliere più alte della Francia fino a Cassis. Il quarto e il quinto giorno si parte da Cassis e si attraversa il Parc National des Calanques, percorrendo in entrambi i giorni il sentiero escursionistico a lunga percorrenza GR 51.

Profilo altimetrico dell'escursione costiera "Bandol - Marsiglia

Fase 1: Mappa

Da Bandol a La Cadière-d'Azur

Fase 1: Descrizione del percorso

Da Bandol a Saint-Cyr-Sur-Mer

La nostra escursione inizia all'estremità meridionale di Bandol con una vista sulla pittoresca mini-isola dell'Île de Bendor (cfr. ArrivoPernottamento a Bandol):

Seguiamo il sentiero costiero Sentier Littoral, segnalato in giallo, che inizia qui e ci conduce prima lungo la spiaggia della baia balneare semicircolare di Bandol. Lasciamo quindi la città attraverso una strada secondaria asfaltata. Alla fine del villaggio, si passa davanti a un complesso di appartamenti allungato tra le recinzioni, dopodiché il percorso si snoda nella natura: si cammina su sentieri forestali attraverso il bosco di conifere, con il mare, la scogliera rocciosa e molte baie con acqua cristallina sempre alla nostra sinistra.

Dopo circa 10 km di escursione (vedi indicatore chilometrico sulla mappa), il Sentier Littoral è chiuso per pericolo di frana (da settembre 2019). Questo punto può essere evitato senza problemi, quindi abbiamo segnalato solo il bypass sulla nostra mappa e nel download del file GPX (cioè il tratto tra i chilometri 10 e 11). Probabilmente è prevista una riparazione del sentiero - se nel frattempo è stata completata, saremmo lieti di avere notizie (Feedback qui)!

Raggiungiamo Saint-Cyr-sur-Mer verso l'ora di pranzo: qui ci sono numerosi ristoranti e un piccolo supermercato nel quartiere La Madrague (vedi mappa). Tra l'altro, qui termina il sentiero escursionistico costiero Sentier Littoral. La seconda parte della nostra escursione ci porta quindi nel pomeriggio, senza segnavia, nell'entroterra fino a La Cadière-d'Azur ed è il tratto di collegamento con il GR 51, sul quale cammineremo il giorno successivo.

Fatti sullo stadio 1

Percorso: 20,0 km
Altitudine metri: 490 m di salita / 340 m di discesa
Durata: 6:45h (senza pause)
Vedi anche Profilo altimetrico

Punti di ristoro lungo il percorso

Numerosi ristoranti lungo il percorso a Saint-Cyr-sur-Mer e sul lungomare, piccolo supermercato a Saint-Cyr-sur-Merim nel quartiere di La Madrague (vedi mappa).

Da Saint-Cyr-sur-Mer a La Cadiére-d'Azur 

Alla rotonda vicino al Camping Les Baumelles, ci allontaniamo dal mare e camminiamo un po' verso l'interno, in leggera salita, attraverso la pineta del campeggio. Dopo il bosco, alla prima occasione svoltate a destra (subito dopo il chilometro 13). Quindi svoltare immediatamente a sinistra (cartello Chemin des Baumelles). Poco prima del chilometro 14, si raggiunge il cartello di uscita di Saint-Cyr-sur-Mer e si gira a sinistra sullo Chemin du Pont des Agnes. Dopo aver superato la linea ferroviaria e la strada ad essa parallela, si svolta sul Chemin de la Clare. Questo inizia con un dislivello di circa 50 m a destra, visto dal ponte, e prosegue su una rampa piuttosto ripida.

Da questo momento in poi, l'orientamento diventa più facile: camminiamo dritti lungo il bordo in forte pendenza della collina che abbiamo appena scalato. Da qui si gode di una splendida vista sulla baia di Saint-Cyr-sur-Mer. La nostra destinazione per la giornata, La Cadiére-d'Azur, si trova all'estremità settentrionale della collina. Un groviglio di piccoli sentieri e strade secondarie attraversa questa bellissima zona prevalentemente vinicola. Quale dei due sentieri prendere esattamente è irrilevante, basta non scendere troppo a sinistra e tornare a valle. A destra, la strada D266, relativamente trafficata, limita il nostro terreno. Abbiamo quindi deciso di prendere una via di mezzo: poco dopo il chilometro 16, giriamo a destra, scendiamo un po' nella fertile vallata, poi giriamo nuovamente a sinistra al chilometro 17. Dopo 20 km si raggiunge il centro di La Cadiére-d'Azur.

Fase 1: sistemazione

Il Boutique Hotel Bérard è distribuito in diversi edifici - la reception si trova nell'edificio a destra nella foto.

Pernottamento a La Cadière-d'Azur

La Cadière-d'Azur si trova a pochi chilometri dalla costa mediterranea su una collina circondata da vigneti e agricoltura. Il centro di La Cadière-d'Azur è costituito essenzialmente dalla piazza oblunga del municipio e dalla strada che la costeggia. Qui si sono insediati diversi ristoranti, l'ufficio postale, un bar, una panetteria, un negozio di alimentari e uno di frutta e verdura. Un luogo che, per la sua compattezza, potrebbe benissimo fungere da scenario per un libro di testo francese. Vivace, ma non sovraffollato: è quello che ci vuole dopo una giornata di escursioni!

Tuttavia, la scelta di alloggi qui è piuttosto limitata: Direttamente in centro, accanto all'ufficio postale, si trova l'hotel boutique Bérard con annesso ristorante stellato (Link: Albergo di charme Bérard). Abbiamo soggiornato lì durante la nostra escursione (camera doppia senza colazione di solito almeno 110€). La vista dal balcone era fantastica, la camera ok, ma piuttosto piccola. Ma siete proprio nel centro del paese.

L'unica alternativa che conosciamo a La Cadière-d'Azur è il Bed&Breakfast Les Oliviers La Cadiere (Link: Les Oliviers La Cadiere). Lì, una coppia francese affitta esattamente una camera per gli ospiti con bagno privato e colazione come "chambre d'hôtes" (camera per gli ospiti) in una villa con piscina.

Bella vista dal balcone della camera dell'hotel boutique Hostellerie Berard & Spa

Bagno del Boutique Hotel Bérard

Camere classiche, a volte un po' anguste, nell'unico albergo di La Cadièr-d'Azur

Fase 2: Mappa

Da La Cadière-d'Azur a La Ciotat

Fase 2: Descrizione del percorso

Da La Cadière-d'Azur a La Ciotat

La tappa di oggi ci porta sul GR 51 in un ampio arco attraverso l'entroterra costiero fino a La Ciotat. Dopo aver fatto rifornimento di acqua e provviste sufficienti per la giornata (non ci sono punti di ristoro o negozi lungo il percorso!), lasciamo La Cadière-d'Azur in salita in direzione nord-ovest attraverso l'Avenue André Favory, che si stacca dalla strada principale. Lo Chemin du Stade, che poco dopo si dirama a destra, continua a salire per un breve tratto, ma lo Chemin du Peyneuf, che si dirama a destra, ci porta presto in discesa verso l'autostrada.

Dopo circa 2 km, si attraversa l'autostrada - è meglio non attraversare il ponte trafficato, ma passare più sicuri attraverso il tunnel pedonale qualche centinaio di metri più avanti sulla sinistra (questo è anche il percorso ufficiale del GR 51). Ora camminiamo un po' nella pianura, passando accanto ai vigneti, prima che il nostro sentiero si snodi lentamente ma inesorabilmente su per la collina. Non appena siamo abbastanza in alto, abbiamo una vista in due direzioni: A sinistra, la vista fino al mare, a destra il panorama dell'entroterra con l'imponente stazione radar del Pic de Bertagne.

Fatti sulla fase 2

Percorso: 22,9 km
Altitudine metri: 610 m di salita / 660 m di discesa
Durata: 7:00h (senza pause)
Vedi anche Profilo altimetrico

Punti di ristoro lungo il percorso

Non ci sono punti di ristoro lungo il percorso, portate con voi cibo e acqua a sufficienza!

Il GR 51 ci conduce ora lungo il crinale della collina a un'altitudine più o meno costante. Solo una volta (poco prima del chilometro 11) attraversiamo una strada di campagna in un avvallamento, per il resto abbiamo la natura quasi tutta per noi. Facciamo un buon tempo e poco dopo il chilometro 18 incontriamo una strada di valico. Lo attraversiamo e poco dopo guardiamo l'autostrada che passa sotto di noi. In discesa, il sentiero attraversa per la prima volta uno dei tornanti della strada del passo. Nella piccola area boschiva successiva, il sentiero si biforca: il GR 51 scende a destra verso Cassis, ma noi consigliamo di prendere il sentiero che prosegue dritto e scende verso La Ciotat, in modo da poter godere della spettacolare escursione sulla scogliera tra La Ciotat e Cassis nella terza tappa, che il percorso ufficiale del GR 51 purtroppo omette.

Qui lasciamo il GR 51 e incontriamo subito di nuovo la strada del passo. Attraversate la strada e proseguite su un sentiero che corre parallelo alla strada fino alla successiva curva a 180 gradi. Qui seguiamo il sentiero che porta a sud e che all'inizio sale leggermente. Poco dopo il chilometro 20, giriamo a sinistra, in discesa, in una valle laterale. Qui si incontrano diversi bivi, dove si tende a tenere la sinistra in discesa. In una conca idilliaca incontriamo un sentiero più ampio, che seguiamo a destra.

Gli ultimi metri dell'escursione attraversano una zona industriale. Poiché abbiamo camminato per oltre 22 km e la strada che porta al centro di La Ciotat non è molto attraente, consigliamo di salire a questo punto sull'autobus urbano di La Ciotat. La fermata dell'autobus si trova alla rotatoria sul lato direttamente di fronte all'hotel Ibis. Da qui ci sono diversi collegamenti con il centro ogni ora (con o senza cambio di autobus). Gli orari di partenza attuali e il percorso del viaggio in autobus sono disponibili sul sito: moovitapp.com. Nota: nel nostro tour, solo le linee 69 e 72 erano segnalate alla fermata (vedi foto), ma anche la linea 52 si è fermata qui e ci ha portato in centro senza cambiare.

Pratico: prendere l'autobus urbano per il centro al costo di circa 1 euro (compresa la linea 52).

Fase 2: sistemazione

Pernottamento a La Ciotat

La Ciotat è principalmente una città industriale e portuale, ma ha anche un piccolo centro storico con una zona pedonale. È proprio qui che si trova La Maison d'Odette (link: La Maison d'Odette), una casa a schiera recentemente ristrutturata in cui vengono affittate tre spaziose camere per gli ospiti (un miniappartamento per piano).

Il bed & breakfast, arredato con gusto e con elementi degli anni '30, oltre a WiFi, schermo piatto e macchina da caffè Nespresso, è gestito da Camille e dal suo team, che possiede anche il Café de l'Horologe, proprio di fronte. La caffetteria funge quindi da reception e serve anche la colazione.

Ci siamo sentiti molto a nostro agio alla Maison d'Odette e saremmo quindi felici di raccomandare questo delizioso B&B a La Ciotat!

Caffè o piuttosto tè? Dettagli realizzati con cura ne "La Maison d'Odette

Il Café de L'Horologe è la sala di ricevimento e colazione de "La Maison d'Odette".

Fase 3: Mappa

Da La Ciotat a Cassis